jump to navigation

Quid est veritas? venerdì 12 marzo 2010

Posted by triskeles in Uncategorized.
trackback

censura

“Nemmeno nello Zimbabwe”

Mauro Masi al telefono con Giancarlo Innocenzi, membro dell’AgCom

Silvio Berlusconi, il membro dell’Agcom Giancarlo Innocenzi e  Augusto Minzolini sono indagati per concussione dalla procura di Trani a seguito delle indagini condotte dalla Guardia di Finanza. L’autorità inquirente, ascolta in diretta le pressioni e le lamentele del premier per Annozero e rivolge al membro dell’Agcom, Giancarlo Innocenzi, inviti molto espliciti a chiudere il programma. Ancora una volta, le intercettazioni, ci mostrano il piglio autoritario del potere incontrastato di Mister B., della sua rete di amicizie, dei suoi scudieri disposti a tutto.

In un paese normale, “l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni è un’autorità indipendente. Indipendenza e autonomia sono elementi costitutivi che ne caratterizzano l’attività e le deliberazioni. L’Agcom risponde del proprio operato al Parlamento, che ne ha stabilito i poteri, definito lo statuto ed eletto i componenti”.

Nell’Italia di Silvio Berlusconi, il presidente del Consiglio, il quale vuole esser ricordato come uno statista, (senza, peraltro, riuscire nell’impresa) prende il telefono, chiama un membro dell’AgCom per indurlo a chiudere una trasmissione televisiva a lui sgradita. Il capo del Governo, esponente di una parte politica ben precisa vuol condizionare un membro di quell’organo che, la legge, dichiara “indipendente ed autonomo”. Entrambi, dovrebbero (e il condizionale è d’obbligo) rispondere del loro operato al Parlamento. Peccato che questo sia considerato ormai un inutile orpello.

In un paese normale, un Giornalista, nel rifiutare la nomina a senatore a vita, rispose al Presidente della Repubblica:“Il giornalista deve tenere il potere a una distanza di sicurezza e, purtroppo, il mio credo è un modello di giornalista assolutamente indipendente che mi impedisce di accettare l’incarico.”

Nell’Italia di Silvio Berlusconi, il megafono del potere, Augusto Minzolini, il “direttorissimo” come lo chiama Mister B., si dice disponibile a diffondere il verbo del padrone, deformando la realtà, i fatti e l’informazione. E lo fa perchè il suo “manuale del giornalista scodinzolante” insegna proprio questo.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: