jump to navigation

Uno sporco negro, Santo martedì 7 luglio 2009

Posted by triskeles in Agrigento, DIRITTI umani, Sicilia.
trackback

san_calogero_30

Nelle prime due domeniche di luglio, Agrigento festeggia San Calogero. Un un santo eremita, con poteri taumaturgici che proveniva da Cartagine. Ancora oggi, lo si raffigura con una canagione scura a motivo della sua città d’origine.

Domenica scorsa, l’arcivescovo di Agrigento, mons. Francesco Montenegro, durante l’omelia della prima  domenica della festa, ha puntato l’indice contro il colore della pelle del Santo. Nel suo intervento lucidissimo, il presule ha dichiarato che San Calogero è arrivato in Italia con un barcone, senza permesso di soggiorno e quindi ha commesso un reato.

Fortunatamente nell’epoca in cui visse San Calogero non c’era il “Pacchetto (in)sicurezza”. Se ci fosse stato, il suo barcone avrebbe fatto rotta magari verso la Spagna dove sarebbe stato ingaggiato sicuramente dal Real Madrid.

Chi volesse leggere il testo integrale dell’omelia, può trovarlo al link di seguito http://www.agrigentoflash.it/2009/07/06/larcivescovo-per-coerenza-con-le-leggi-di-oggi-dovreste-cacciare-calogero-dagli-altari/

Annunci

Commenti»

1. Mike - martedì 7 luglio 2009

Solo degli africani come voi potevano scegliere un negro come santo.

triskeles - martedì 7 luglio 2009

Amico Mike io terrei a bada la lingua. Gli agrigentini (e non solo loro), sono permalosi e non accettano di buon grado che un ignorante della tua fattezza possa cimentarsi in valutazioni tanto scadenti sul proprio Santo “negro”.

2. v. - domenica 19 luglio 2009

Per Triskeles: splendido! ma se una volta o l’altra ti rubo immagine e post ti spiace?

Per Mike: e invece a te se prendo come esempio della stupidità di certi razzisti nostrani il tuo commento ti spiace?

3. triskeles - mercoledì 22 luglio 2009

Fà pure amica V.
Il caro Mike si è eclissato. Spero si tratti di una profezia di speranza per noi. Imbecilli come lui sono destinati a finire nell’oblio che meritano (anche se, come le erbacce, sono duri a morire o, quantomeno, a sparire!)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: