jump to navigation

Dichiarazione di voto venerdì 5 giugno 2009

Posted by triskeles in Elezioni, Varie e Personali.
trackback

Sono stato molto combattuto in questi ultimi tempi a causa dell’indecisione sul voto da esprimere sabato e domenica. Non ho avuto dubbi sullo schieramento da scegliere perchè, è ovvio che la mia preferenza andrà al centro sinistra. L’indecisione verteva però sul partito. L’illusione del voto utile mi ha rapito per qualche giorno. Credo, tuttavia, si tratti solo di un ricatto cui ricorre il Partito Democratico per nascondere le sue debolezze e contraddizioni. Il peso di due candidature come quelle di Rita Borsellino e di Rosario Crocetta, poi, ha influito non poco. A loro due va il mio augurio e il mio sostegno morale ma non li voterò. Sicuramente accederanno agilmente al Parlamento Europeo ma il mio voto andrà a Sinistra e Libertà.

Voterò, dunque, Sinistra e Libertà e, poichè potremo scegliere il nome di chi mandare in Europa, a Claudio Fava. Già europarlamentare, “è capogruppo del PSE in Commissione Giustizia e Libertà pubbliche. Nel 2006 ha guidato la Commissione d’inchiesta del Parlamento Europeo sui sequestri illeciti operati dalla Cia nel territorio europeo. Proprio per il lavoro sulla CIA il settimanale britannico “The Economist” lo ha premiato come il miglior parlamentare europeo dell’anno 2007.”

La scelta l’ho maturata in queste ultime ore di campagna elettorale. Ho rifiutato la logica del voto utile, consapevole che un voto possa essere utile solo se espresso in piena libertà. Anche il mio voto, dunque, sarà utile. Per ridare voce a quella sinistra che è stata estromessa dalle Istituzioni (a causa anche delle sue contraddizioni e incoerenze). Una sinistra di cui, oggi, siamo orfani. Dalle ultime elezioni politiche è uscito un Parlamento sbilanciato al centro. Il Partito Democratico che avrebbe dovuto rappresentare la nuova anima riformista del paese ha deluso molti dei suoi elettori della prim’ora. Ha rinnegato molti dei valori su cui si basava, ha rinunciato a essere il partito degli italiani estromettendo dalla sua agenda politica temi quali il conflitto di interessi, la laicità dello Stato, i diritti civili. Non posso dar credito a un partito che conta, tra i suoi ranghi, gente come la Binetti. Le candidature della Borsellino e di Crocetta, nella circoscrizione Isole, sono state delle candidature forti che calamiteranno il voto di molti incerti. Non si può negare, tuttavia, che esse sono solo una coperta troppo corta che nasconde a malapena i tirannosauri della politica locale. I famigerati signorotti, di cui ho già parlato, sono i veri detentori delle leve politiche. Signori scelti per cooptazione e non per merito, espressioni di una politica contraria allo spirito delle primarie, vero strumento di democrazia interna, come ci insegnano gli Stati Uniti.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: