jump to navigation

Vita privata di uno statista lunedì 4 maggio 2009

Posted by triskeles in Bellachioma.
trackback

divorzio3

La pulzella diciottenne che lo chiama “papi” ed esulta per la presenza dell’illustre ospite alla sua festa di compleanno, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso della Signora (ancora per poco) Berlusconi.

Silvio si dice addolorato, Veronica si dice schifata. Finisce questa storia d’amore (?) e l’epilogo è giusto che venga rispettato nei suoi aspetti più riservati. Lui sostiene che questo divorzio sia un complotto della sinistra. I malvagi insinuano che sia la naturale conclusione di un rapporto matrimoniale trascurato e infranto dall’eiaculatore matto. Ovviamente qui non si adotta nessuna conclusione ma qualche interrogativo me lo pongo più che volentieri! 

Che significato bisogna dare alla frase della Signora sulle tue amicizie minorenni?

Che beneficio può averne questa sinistra complottista e sfascia famiglie?

Che diavolo ci vai a fare alla festa dei diciotto anni di una ragazzina che dimostra più culo che neuroni se non sei mai andato ai compleanni dei tuoi figli?

Ma soprattutto, perchè continuare a dire che è una vicenda privata quando, anni fa, ammorbasti l’intera Italia inviando a chiunque l’album fotografico della tua famiglia? Allora non era una cosa privata?

In conclusione, vorrei porti amichevolmente un suggerimento. Chiudila qui con la vallettocrazia. Hai una certa età! Dedicati alla famiglia (o a quel che ne rimane), non inquinare tv e Parlamento con gli scarti di una notte. Sono sicuro che, così facendo, avrai il tempo di dedicarti alla politica e magari alla tua aspirazione di diventare uno statista.

Annunci

Commenti»

1. Roberto - lunedì 4 maggio 2009

Una storia così non è fatto privato, nè in Italia nè altrove, vedi Sarkò e prima Clinton(anche se con diverse conclusioni e diversi stili).
Della signora Lario però c’è poco da fidarsi. Che abbia cavalcato l’onda di una campagna elettorale per l’Europa che parla, ovunque, solo d’Italia?
E se fosse solo una vendetta personale?
Comunque la sinistra qualcosa ci guadagna: colpire in parte l’immagine di un premier forte, attivo, vicino alle famiglie d’Abruzzo e che da un pò di tempo ha smesso i panni della “Milano da bere” per quelli della “Roma statista e filoclericale”.
Il Berlusconi festaiolo può sembrare fuori luogo in tempi di crisi? Gli si può perdonare anche quest’ennesimo attacco alla “famiglia” se anche la moglie ora non sopporta più?
Questo secondo me ha pervaso alcune menti a sinistra o, al minimo, anche l’idea che queste uscite possano ricompattare qualche voto perso anche attorno allo storico antiberlusconismo (che da qualche tempo faceva un pò acqua).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: