jump to navigation

La leggenda di Robin Hood martedì 21 ottobre 2008

Posted by triskeles in Bellachioma, Embrioni di regime, Italia.
trackback

All’inizio dell’estate il Governo, in pompa magna, aveva annunciato la istituzione della Robin Tax, una tassa che, come Robin Hood, rubava ai ricchi (petrolieri) per dare ai poveri. Avevo scritto quali potessero essere le conseguenze e ciò si è avverato.

Dal luglio scorso, il prezzo del petrolio è sceso da 147,27 dollari dell’undici luglio 2008 ai 73,74 di ieri. Un calo del 49,9%! Noi italiani però, non ne abbiamo beneficiato. Il prezzo della benzina è sceso da 1,558 euro al litro dell’undici luglio scorso a 1,289 euro al litro di ieri. Un calo del 17,26%. Un bell’affare per le compagnie petrolifere e di distribuzione di carburante. 330 milioni di euro in più.

I petrolieri che dovevano pagare la Robin Tax hanno semplicemente mantenuto quasi invariato il costo della benzina spostando sui consumatori l’onere di pagare la suddetta tassa. In parole povere, noi contribuiamo con 8 centesimi di euro al litro. Difficile dire con certezza se il superministro Tremonti non lo avesse già previsto. In attesa delle “Social card” (che mi ostinerò a chiamare “tessere povertà”) possiamo solo prendere nota del fatto che, quella di Robin Hood, continua a confermarsi una leggenda.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: