jump to navigation

Fantapolitik giovedì 11 settembre 2008

Posted by triskeles in Bellachioma, Embrioni di regime, Italia.
trackback

Giornate piene di politica vera, quelle che stiamo vivendo al ritorno dalle ferie estive.

La ministra Carfagna fa approvare in Consiglio dei Ministri misure contro la prostituzione castigando i clienti e quelle che sono le vere vittime di questo fenomeno, le prostitute. Il Senatùr Bossi, che ultimamente si fa accompagnare dal figlio Renzo, delfino leghista (cominciavamo a preoccuparci pensando a un futuro senza qualcuno che le sparasse grosse), ottiene, sempre dal Consiglio dei Ministri, una bozza molto sfocata di federalimo fiscale, ottenendo l’ambito feticcio da sbandierare domenica durante il rito celtico dell’ampollina d’acqua e del Po. Maria Stella Gelmini, avvocato ma non troppo, dopo essersi seduta sul velluto del Ministero dell’Istruzione, bacchetta gli insegnanti del sud, propone il ritorno al maestro unico, si disinteressa dei precari della scuola dicendo che non è affar suo, e prepara 87.000 licenziamenti. Il povero Sacconi, invece è alle prese con la grana Alitalia e con i suoi coraggiosi salvatori. Non si è ancora capito quanti saranno gli esuberi. Sappiamo solo che questo broglio economico e finanziario lo pagheremo noi! Maroni invece si trova impegnato a decidere quali saranno le partite del campionato di calcio da tenere a porte chiuse e quali quelle vietate agli ultrà. A parte il fatto che gli ultrà dovrebbero sempre esser tenuti fuori, qui ci pare che il governo stia usando i guanti di velluto contro questi criminali facinorosi. La Russa, dimenticando di esser Ministro della Difesa della Repubblica Italiana e dimenticando di aver giurato su quella Costituzione nata dalle macerie civili e sociali cauaste del suo tanto amato fascismo e scritta da tanti partigiani, si è invece impantanato in una discettazione sui caduti di Salò, ricordati con ammirazione durante il suo discorso davanti Porta San Paolo, a Roma, dove cominciò la Resistenza italiana. Non poteva esser da meno il suo collega di partito, nonchè Sindaco della Capitale, Allemagno, che si adopera in una revisione storica discutibilissima.

Ultimo, ma non per importanza, il nostro premier, Bellachioma. E’ sempre una gioia vederlo sorridere e sentirlo parlare del consenso da record che circonda l’operato del suo esecutivo. Ieri, in visita a Londra da Gordon Brown, primo ministro britannico, ha annunciato che l’Italia è un paese felice. “Un Paese molto solido, con alto livello di vita e di benessere, siamo il Paese che ha la squadra campione del mondo di calcio. Siamo il Paese del sorriso e della gioia di vivere.Già, Cavaliere… adesso lo spieghi a chi ha problemi a far quadrare i conti familiari!

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: