jump to navigation

Pio La Torre mercoledì 30 aprile 2008

Posted by triskeles in Antimafia, Fare memoria, Lavoro, Sicilia.
trackback

Ventisei anni fa, veniva brutalmente assassinato a Palermo, Pio La Torre. Sindacalista della CGIL, impegnato dapprima nella lotta a favore dei braccianti e poi nel Partito Comunista che lo vide Segretario Regionale in Sicilia.

Fu il primo a proporre una legge che introducesse il reato di associazione mafiosa e che prevedesse la confisca dei beni dei mafiosi. Nel 1991, un pentito raccontò che La Torre venne assassinato su ordine di Riina il quale non aveva gradito l’idea della confisca della “robba” sua e dei suoi amici.
Fu un personaggio scomodo. La sua eredità è, ancora oggi, scomoda. Il suo operato univa le forze sane della società siciliana, attingeva dai movimenti cattolici e da quelli laici.
Da questi esempi, oggi dobbiamo ripartire per costruire quella memoria di cui abbiamo bisogno perchè, dai luoghi dei sacrifici di vite umane, parta un movimento di riscatto culturale e sociale per la Sicilia intera.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: