jump to navigation

Storia e Memoria sabato 15 marzo 2008

Posted by triskeles in Fare memoria, Italia, Roma.
trackback

Trent’anni fa, in via Fani veniva rapito Aldo Moro e venivano uccisi i cinque agenti della sua scorta. A distanza di così tanto tempo, sappiano ancora poco di quel che accadde veramente.
La lapide di via Fani non ricorda chi furono gli autori di un tale eccidio e non indica neppure che quegli uomini diedero la loro vita per il presidente Moro. Neppure la lapide di via Caetani ricorda gli autori di questa pagina nera della nostra storia.

La Memoria è ancora viva, salda, irremovibile e talvolta tanto ingombrante da intralciare anche la Storia che è incerta e contraddittoria.
Dopo trent’anni perseveriamo nel contentarci di una storia fatta di ipotesi e non abbiamo il coraggio (o forse realmente non possiamo permetterci) di scrivere sulla pietra di una lapide quelli che furono i tragici fatti di via Fani e di via Caetani.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: