jump to navigation

Deputati fantasma domenica 18 novembre 2007

Posted by triskeles in Sicilia.
trackback

L’altisonante acronimo ARS sta per Assemblea Regionale Siciliana.

Una istituzione antica se vogliamo dar credito alle voci storiche che la fanno risalire al 1130.
Una storia, la sua, che ha conosciuto alti e bassi.

Da quando il presidente dell’organo legislativo siciliano è l’on. Gianfranco Miccichè le cose sono cambiate. Dobbiamo dargli atto del tentativo di rendere più trasparente l’attività legislativa nonchè dell’idea di e-democracy che da la possibilità ai cittadini di partecipare all’attività legislativa del Parlamento. Tuttavia, nel corso della legislatura, ha dovuto far fronte al problema endemico che ha afflitto da sempre l’Assemblea, l’assenteismo dei suoi membri. I dati parlano da soli. Vi sono state sedute nelle quali il numero di deputati fantasma ha raggiunto il numero di 25 (su un totale di 90 membri) ai quali si devono aggiungere i capigruppo, gli assessori, i membri del consiglio di presidenza. Tutti esentati dall´obbligo di firma. Un beneficio che, all´Ars, è esteso pure ai segretari di partito. Ventisette onorevoli che il gettone lo percepiscono comunque, in base a quanto previsto in un decreto firmato il 29 novembre 2006 . Vi sono deputati che da una seduta all’altra cambiano la propria firma fino ad avere per ben 4 volte una calligrafia diversa. Il tutto per assicurarsi il gettone di presenza di 125€ come se non bastasse il loro “misero” stipendio che è uguale a quello dei senatori della Repubblica. Il presidente Miccichè, che ha presenziato a unici sedute su un totale di 98 (un bel record pure il suo!), ha denunciato la grave “truffa” ai danni dei siciliani. Recente è la sua iniziativa di posizionare davanti al banco della presidenza, all’interno di Sala d’Ercole, il libro delle firme. Su questa iniziativa si è alzato un polverone politico trasversale. Da destra e da sinistra si contesta al Presidente Miccichè di voler attuare un controllo scolastico sugli onorevoli che adesso hanno detto basta perchè, si sa, i privilegi non sono mai abbastanza e quando si ottengono è difficile rinunciarvi.
Forza Onorevoli!
Annunci

Commenti»

1. CresceNet - lunedì 19 novembre 2007

Oi, achei seu blog pelo google está bem interessante gostei desse post. Gostaria de falar sobre o CresceNet. O CresceNet é um provedor de internet discada que remunera seus usuários pelo tempo conectado. Exatamente isso que você leu, estão pagando para você conectar. O provedor paga 20 centavos por hora de conexão discada com ligação local para mais de 2100 cidades do Brasil. O CresceNet tem um acelerador de conexão, que deixa sua conexão até 10 vezes mais rápida. Quem utiliza banda larga pode lucrar também, basta se cadastrar no CresceNet e quando for dormir conectar por discada, é possível pagar a ADSL só com o dinheiro da discada. Nos horários de minuto único o gasto com telefone é mínimo e a remuneração do CresceNet generosa. Se você quiser linkar o Cresce.Net(www.provedorcrescenet.com) no seu blog eu ficaria agradecido, até mais e sucesso. If is possible add the CresceNet(www.provedorcrescenet.com) in your blogroll, I thank. Good bye friend.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: