jump to navigation

Il fantasma del Ponte martedì 30 ottobre 2007

Posted by triskeles in Ambiente, Italia, Sicilia.
trackback

Come ben noto, la settimana scorsa, la maggioranza è stata battuta in Senato per ben nove volte, nel corso dell’approvazione del Decreto collegato alla Finanziaria 2008.
Uno dei punti critici è stata la proposta del Governo di liquidare la Stretto di Messina Spa, una società creata nel 1981 proprio per la realizzazione del famigerato ponte. Nel corso degli anni, questa società, si è rivelata essere una vera e propria macchina per sperperare denaro, per non parlare degli interessi mafiosi che ha suscitato! Spese faraoniche per progetti e studi tanto surreali quanto inconcludenti. Ricerche sul «Flusso dei cetacei fra Scilla e Cariddi» o su «L’impatto antropologico dei lavori sulla popolazione locale» e via di questo passo.
Il progetto del Governo era quello di procedere alla liquidazione della stessa società la quale però richiedeva il versamento di circa 350 milioni di euro.
Il ministro Di Pietro però ha voluto mantenere in vita questa creatura proponendone l’assorbimento nell’Anas e lasciando non del tutto chiusa la questione del Ponte.
Un bel gioco di sponda per tutti coloro che, in entrambe le rive dello Stretto, guardano con fiducia alla costruzione della mega opera.
Un bel servizio per lo stesso presidente Cuffaro, accanito sostenitore del Ponte sullo Stretto nonchè imputato a Palermo in due processi di mafia.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: