jump to navigation

No al rigassificatore martedì 26 giugno 2007

Posted by triskeles in Sicilia, Varie e Personali.
trackback

Ai cittadini di Porto Empedocle.

Premetto che in questa sede non mi cimenterò in rilievi tecnici sul futuro rigassificatore non essendo dotato di tali conoscenze e, peraltro, già numerosi sono stati gli interventi in tal senso.
Volevo però fermarmi a far notare come la sua realizzazione costituisce un esempio di egoismo generazionale senza pari.
Nel corso della sua breve storia, Porto Empedocle ha a lungo inseguito il sogno industriale, attratta magari dalle sirene dello sviluppo che molti proclamavano a gran voce. L’ultimo esempio di questo sogno infranto tuttavia, ancora oggi resiste e continua a seminare i suoi malevoli frutti. Mi riferisco in particolare all’area ex – Montedison, la quale ancora oggi costituisce una cicatrice nel nostro territorio. Una cicatrice infetta che necessita di essere bonificata.
Parlavo, sopra, dell’egoismo generazionale costituito dalla volontà di costruire l’impianto di rigassificazione proprio a Porto Empedocle. Non c’è dubbio che assicura un risvolto positivo sul livello occupazionale della nostra città. Positivo ma piccolo! E’ vero che qualche famiglia vi troverà la fonte di sostentamento primaria ma questo non risolverà l’annoso problema della disoccupazione. Lo sposterà semplicemente in avanti di qualche anno. Questi sono i frutti di una politica miope che si impegna a garantirsi il consenso elettorale a breve termine, una politica che nella nostra Sicilia è, purtroppo, molto diffusa e che trasforma il diritto al lavoro di ciascuno in una gentile concessione del sovrano. Possiamo chiamarlo nepotismo.
Tuttavia bisogna volgere lo sguardo oltre e verificare quali possono essere le prospettive che il futuro può riservare a Porto Empedocle.
Molti guardano al turismo con speranza e fiducia e non si sbagliano. Abbiamo un patrimonio storico, culturale e naturalistico invidiabile. Pirandello, la Valle dei Templi, una costa che si estende per diversi chilometri solo per citare gli esempi più importanti. E’ su questa direttrice di sviluppo che dobbiamo impostare i nostri progetti per il futuro. Senza dubbio il turismo permetterebbe lo sviluppo occupazionale del nostro territorio in maniera significativa. Ancora di più rispetto a quanto potrebbe fare il futuro rigassificatore. La sua costruzione, tuttavia, sarebbe indubbiamente un ostacolo a questo sviluppo prospettato. Porto Empedocle e la provincia di Agrigento non possono permettersi una ulteriore futura cicatrice.
Non sacrifichiamo il nostro avvenire sull’altare dell’ennesimo sogno industriale.
Auspico che a tal proposito la politica locale non si riveli così miope e metta in moto tutti quei meccanismi di decisione popolare di cui dispone; auspico che la stampa e i sostenitori delle diverse posizioni permettano un dialogo civile e trasparente che possa portare ognuno alla formazione di un proprio pensiero autonomo in merito alla questione.
In ultimo volevo solo rilevare l’ipocrisia latente che si impossessa di alcune voci del coro politico locale. L’ipocrisia di quanti sono capaci di dire tutto e il contrario di tutto. Di sostenere una posizione nei giorni pari e di criticarla nei giorni dispari.
Dato l’imbarazzante slalom di idee al quale ci hanno ormai abituati, mi auguro, in conclusione, che il dibattito sia libero e smarcato da voci partitiche.

Annunci

Commenti»

1. C’era una volta « Triskeles - martedì 11 novembre 2008

[…] governo Prodi che aveva individuato l’area. Uno scempio bipartisan, un concorso di colpa. Avevo scritto, tempo fa, di una scelta dettata dall’egoismo generazionale. E’ la politica di oggi che traccia questa linea, vogliono avere tutto e subito ma non […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: